4 Persone
1 ora

Ricordi di un’ estate fa, ma non quella appena trascorsa, ma neanche di un anno fa, ma di circa 30 anni fa.

 

Metà degli anni 80 , ricordo che ero innamorata pazza di Luis Miguel e della sua “Noi ragazzi di oggi”, le estati che la zia mi portava al mare insieme ai cugini.
Ero la più piccola, la più coccolata e viziata, ma anche la più sfruttata  dai cugini.
Il mio sederino era perfetto per fare la pista per le biglie e i miei occhioni erano efficaci per implorare la zia a farci fare il bagno prima del fatidico scoccare delle ore 16.00.
Ma il mio ricordo più vivo, tanto che chiudendo gli occhi riesco ancora a sentire il profumo, è la minestra di verdura che mia zia ci portava per pranzo.

 

 

A l’ora di pranzo lasciavamo in nostro ombrellone per la più fresca pineta.
Il famoso set in plastica per Pic Nic apparecchiava il grande tavolo in legno che si trovava in pineta, e quando eravamo tutti seduti, la zia ci serviva il suo minestrone di verdura con pasta.
Era tiepido nella giusta maniera, bello sodo perché la pasta, rigorosamente i ditalini, aveva ormai assorbito tutto il brodo, ed il suo sapore era inconfondibile.
Saranno state le verdure fresche dell’orto, oppure la magica reazione chimica che la minestra subiva nel contenitore ermetico, o addirittura il profumo di mare e pini che si mescolava a quello della minestra, non lo so.
Naturalmente mia zia ha preparato e continua a preparare lo stesso minestrone di verdura nella stessa maniera da trent’anni, ma quella minestra non sono più riuscita a mangiarla.

minestrone

Minestrone di verdura con i ditalini

 

Ma ormai per me l’estate senza il minestrone di verdure con i ditalini rappreso non è estate.
Certo, non la porto più come pranzo in spiaggia, ma sicuramente ha imbandito il mio tavolo anche  in questa lunga e assolata estate 2015.

Per queste ricette le dosi sono difficili per me da scrivere perché vado molto ad occhio, molto dipende da come l’orto si è comportato, se ho molte zucchine, per esempio,  ne metto di più al posto dei fagiolini, comunque cerco di essere più precisa possibile.

 

Ingredienti:
300gr di fagioli secchi
3 patate medie
2 carote
2 coste di sedano
4 zucchine
300gr di fagiolini
una manciata di piselli ( freschi ma anche surgelati)
1/2 cavolo verza
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
2 foglie di basilico
3 manciate di ditalini

Procedimento:

Per prima cosa lesso i fagioli messi in ammollo la sera prima.
Circa la metà le frullo insieme all’acqua di cottura, l’altra li tengo interi.

In un grande pentolone verso olio Extra Vergine d’Oliva e lascio leggermente soffriggere la verza con il sedano e le carote ed aggiungo un p0′ d’acqua.
Dopo aggiungo le patate e lascio andare per qualche minuto, infine unisco le zucchine i fagiolini tagliati a metà e i piselli.
Aggiungo la purea di fagioli con un cucchiaio di concentrato di pomodoro e i fagioli interi rimasti.
Aggiusto di sale.
Mi tengo da parte sempre un pentolino di acqua calda da aggiungere piano piano fino a completare la cottura delle verdure.

Di solito trasferisco il minestrone in un altro pentolino e lì faccio cuocere la pasta.
Spengo la fiamma quando i ditalini sono ancora al dente.
Lascio riposare il minestrone finché non si è raffreddato, servo con una grattugiata di formaggio e un giro d’olio a crudo.

Categoria: Primi   Tags:, , ,